Ugopiadi: carlini e chihuahua insieme
,

Domenica 7 ottobre tornano a Guasticce le Ugopiadi, il raduno di carlini olimpico

NEL LIVORNESE ARRIVANO LE UGOPIADI

Le Ugopiadi tornano questa domenica a Guasticce, un raduno di carlini che si terrà presso lo spazio dell’Agriturismo Cà Lo Spelli, nella campagna livornese di Collesalvetti. L’appuntamento è giunto alla 15esima edizione e sono attesi ben 184 carlini da tutta Italia e dall’estero, con umani a seguito.

L’evento, attivo dal 2003, gode dello spirito Olimpico, benché non esista alcuna competizione agonistica. I partecipanti potranno stare all’aperto nella campagna toscana e godersi il maxi raduno di carlini assieme a centinaia di propri simili. L’evento avrà inizio alle 10.30 e si protrarrà fino a metà pomeriggio.

Il campioncino delle Ugopiadi in azione.

Le ugopiadi sono a misura di carlino, per evitare affaticamenti o infortuni; lo scopo è solo il divertimento e piacere di stare all’aria aperta.

LE UGOPIADI AVRANNO INIZIO CON IL CARLINO PRIDE

Il “Carlino Pride” alzerà il sipario delle Ugopiadi, un red carpet destinato ad una sfilata di carlini accompagnati dai loro umani. In queste quindici edizioni ogni anno si è trovato un tema diverso, quello di questa edizione sarà il Rock-Pop. Gli umani e i propri amici quadrupedi saranno agghindati come le star della musica mondiale; in seguito all’accensione della fiamma olimica delle Ugopiadi, avranno inizio le gare. Corse ad ostacoli e percorsi che vengono calcolati in “metri carlini”; 100 mt carlini sono paragonabili a 15 mt umani. Non solo carlini: all’evento sono attesi anche molti chihuahua.

DA COSA NASCONO LE UGOPIADI

Le Ugopiadi prendono il nome da Ugo, carlino acquistato nel 2000 da Stefano Pampaloni, organizzatore dell’evento. Dopo l’acquisto Pampaloni scoprì in breve tempo disturbi tremendi quali rogna rossa, inappetenza, grave displasia a gambe ed anche e disturbi comportamentali. Ugo non proveniva da un allevamento italiano, come inizialmente fatto credere, ma da un allevamento lager dell’est Europa. Ugo ha vissuto comunque dieci anni, sopraffatto da una malattia nel 2010, ma ha condotto un’esistenza felice.

Lo scopo dell’evento è quella di ricordare Ugo e la sua triste storia e avvicinarsi e scambiarsi opinioni con gli amanti dei carlini.
Per maggiori informazioni: https://www.ugopiadi.it/





Tags:
0 Comments

© 2019 BauSocial.it - Powered by RCNetwork.it - P.I. 08684880969

CONTATTI

Scrivici, ti risponderemo appena possibile.

Sending

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account