Laika, Belka e Strelka: storie di cani spaziali

LAIKA, BELKA E STRELKA: TRE CANI I PRIMI ESSERI VIVENTI IN ORBITA

LAIKA, UN TRISTE DESTINO ANNUNCIATO

Era il 3 Novembre 1957 quando Laika venne spedita a bordo della capsula spaziale sovietica Sputnik 2. 
Molti credono che sia stato il primo animale ad orbitare intorno alla Terra; in realtà i primi esseri viventi furono alcuni moscerini della frutta.
I sovietici non rivelarono che Laika morì dopo poche ore l’ingresso in orbita a causa di un problema tecnico. Tuttavia, non sarebbe sopravvissuta comunque, perché lo Sputnik 2 non era programmato per fare ritorno, nonostante avesse a bordo viveri per garantire la sopravvivenza dell’animale per qualche giorno.

Molte persone tuttora si chiedono il motivo di quella scelta, che condannò a morte certa l’animaletto. Allora non vi era il rispetto per gli animali che c’era oggi, forse, tuttavia è inutile a distanza di 51 anni arrabbiarsi per quanto accaduto. Quello che possiamo fare è ricordare la storia di Laika per non dimenticare il suo sacrificio. E’ anche grazie a lei se il progresso e le tecnologie sviluppate per l’esplorazione spaziale non si sono mai fermate.

LA STORIA DI LAIKA

Il suo vero nome era Kudrjavka che tradotto voleva dire “ricciolina”. Oltreoceano era conosciuta con il nome di Muttnik, che era una fusione tra “Mutt” (bastardino) e Sputnik, il nome della capsula. Il motivo per cui il mondo la conosce con il nome di Laika, si deve ad un errore capitato nel corso di un’intervista. L’intervistatore chiese all’intervistata il nome della cagnolina, ma lei capì che il quesito riguardasse la razza: Laika, appunto, un tipo di cane in grado di resistere a temperature estreme e caratteristica per cui venne scelta per compiere la missione.

Sono poche e confuse le informazioni circa la provenienza della cagnetta. Sembrerebbe che fosse in realtà un incrocio tra un Terrier e un Husky, ma all’epoca non venne fatta una ricerca sui genitori di Laika. Non si conosce nemmeno il motivo per cui venne scelto dai sovietici un cane per la missione. Le dimensioni ridotte hanno sicuramente giocato un ruolo determinante.

Sebbene nei primi periodi gli scienziati affermarono che Laika sopravvisse circa quattro giorni, in tutto il mondo ci furono proteste presso le ambasciate sovietiche, per protestare contro l’utilizzo della cagnetta (e degli animali) per scopi scientifici.

Belka e Strelka in missione

NON SOLO LAIKA: ANCHE BELKA E STRELKA 

Pochi sanno invece che tre anni più tardi, altre due cagnette ripercorsero la missione di Laika, questa volta con un lieto fine: Belka (Scoiattolo) e Strelka (Freccia) a bordo dello Sputnik 5 tornarono a casa sane e salve. A bordo della capsula le due cagnette compirono ben 18 giri intorno al pianeta il 19 agosto 1960. Insieme a loro anche 42 topi, 2 ratti, un coniglio grigio e piante e funghi. Tutti gli animali sopravvissero e si trattava dei primi esseri viventi a tornare sani e salvi dopo essere andati in orbita.
Le due cagnette, una volta morte, vennero imbalsamate e ora riposano presso il Museo dei Cosmonauti a Mosca. In loro onore venne intitolato un satellite bielorusso chiamato “BelKa”.

Nel 2016 il Museo dei Cosmonauti, rivelò che in realtà i veri nomi delle cagnette erano Kaplja (Goccia) e Vilna.

Strelka ebbe sei cuccioli con un cane di nome Pushok. Parteciparono insieme a numerosi studi spaziali a Terra. Uno dei cuccioli si chiamò Pushinka (piuma) e venne donato da Nikita Krusciov a John F. Kennedy.

Il loro sacrificio non verrà mai dimenticato e un posto nella Storia umana e dell’Esplorazione spaziale spetta di diritto a queste coraggiose cagnette che, ancora una volta, dimostrano come questa straordinaria creatura sia disposta a tutto pur di aiutare l’amico umano.
Invece di fare polemiche in ritardo di 50 anni, sarebbe più bello ricordarle e ringraziarle. 





Fonte

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI:

Peritas, il valoroso cane di Alessandro Magno

Tags:
0 Comments

CONTATTI

Scrivici, ti risponderemo appena possibile.

Sending

© 2018 BauSocial.it - Powered by RCNetwork.it - P.I. 08684880969

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account