CANI E PRIMI CALDI: COME PROTEGGERE I NOSTRI AMICI A QUATTRO ZAMPE

Si ringrazia Manuela Bianco, educatore cinofilo ENCI (https://www.facebook.com/ManuelaEducatriceCinofila/) per la stesura di questo articolo.

I mesi estivi sono quelli in cui abbiamo più tempo e sicuramente più voglia per stare in giro con i nostri amati cani; parchi, laghi, gite in campagna e al mare non si fanno attendere e noi accogliamo a braccia aperte questa stagione così piena di attività, colori e profumi sia per noi sia per il nostro amato cane! Come ogni anno però, bisogna avere un occhio di riguardo proprio per loro, perché Il caldo afoso dei giorni scorsi è stato solo un assaggio di quello che ci aspetterà questa estate.

Molto meglio portare con sé dell’acqua da versare nella ciotola o nella bottiglia apposita!

Quali sono quindi gli accorgimenti più comuni e semplici da adottare per salvaguardare la salute dei nostri compagni di vita?
Innanzitutto è buona regola portare sempre con sé una ciotola da riempire con dell’acqua fresca alla prima fontanella. Ne esistono di tutti i colori e taglie e sono comode perché sono richiudibili e possono essere attaccate alla borsa con un pratico moschettone.

Qualora decidessimo di portare il cane a fare una corsa in campagna e non avessimo quindi la possibilità di riempire una ciotola a piacimento per mancanza di fontanelle, esistono anche delle nuove ciotole collegate direttamente a una bottiglia, anche queste in varie dimensioni e colori (personalmente opto sempre per la taglia più grande).

Oltre a una buona scorta di acqua fresca, ricordiamoci anche che tra una corsa e l’altra è bene far riposare il cane all’ombra perché, come ormai sappiamo, il cane non suda come/quanto noi.
I cani disperdono calore solo dai polpastrelli e dalla bocca, questo rende fondamentale e necessario un occhio di riguardo per i nostri amici quando decidiamo di fare delle attività con loro.

Dopo un po’ di gioco, un riposino all’ombra è quello che ci vuole…

Ci sono inoltre alcune razze più delicate di altre che rendono l’attività fisica prolungata un vero e proprio problema; tutti i cani brachicefali, ovvero tutti quei cani dal muso schiacciato, dove la larghezza della testa è maggiore della lunghezza (come per esempio il Carlino, il Bulldog Inglese, il Boxer e il Cavalier King) sono razze più delicate in quanto la conformazione schiacciata del muso fa sì che tutto quello che normalmente starebbe comodamente disteso nel muso di un cane dolicomorfo o mesomorfo, si trova nella metà dello spazio.
Ecco perciò che il velo palatino è tutto ripiegato su se stesso, presentando conseguentemente pliche su pliche ed ecco perché andiamo incontro ad una difficile attività respiratoria per questo genere di cani.

Un esempio di cane brachicefalo: moderiamo l’attività fisica, specie nei mesi più caldi.

Il cane brachicefalo va perciò tenuto con ancora più zelo al riparo dal caldo, non bisogna fargli fare esercizi fisici troppo intensi e per periodi estremamente prolungati e bisogna organizzare le passeggiate in modo tale da farle quando fa più fresco (portare in pieno luglio un Bulldog Inglese a spasso sotto il sole di mezzogiorno è il modo migliore per causargli un colpo di calore… Se non addirittura peggio!)

A conclusione di tutto, godetevi i vostri cani e immergetevi insieme in questa estate calda e colorata, ma fatelo sempre in modo responsabile, rispettoso e sicuro per i vostri migliori amici, ricordatevi che non è il cane che si adatta alle situazioni, ma le situazioni che si adattano ai cani!




Tags:
0 Comments

Leave a reply

CONTATTI

Scrivici, ti risponderemo appena possibile.

Sending

© 2018 BauSocial.it - Powered by RCNetwork.it - P.I. 08684880969

or

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

or

Create Account