nucleo guardie ambientali
,

BARLETTA, IL NUCLEO GUARDIA AMBIENTALE STILA LE REGOLA 

“Siano in guerra contro gli incivili e i nostri soldati saranno queste guardie”, ha detto il sindaco Cosimo Cannito. A Barletta è guerra aperta ai proprietari “trasgressivi”.

NUCLEO GUARDIA AMBIENTALE, UN REGOLAMENTO RESTRITTIVO

Avevamo già esposto qualche giorno fa la nostra perplessità riguardo all’utilizzo della bottiglietta d’acqua, come mezzo per eliminare la pipì dei propri cani dalle strade. Mentre ci arrivano segnalazioni delle prime salatissime multe (si parla fino a 150 euro ai trasgressori), il Nucleo Guardia Ambientale si è aggiudicato per un anno il Bando emanato dal Comune di Barletta per l’attività di vigilanza zoofila-ambientale-ecologica.

I proprietari di cani per non rischiare sanzioni, dovranno essere sempre muniti di:

  • bottiglietta d’acqua (da riversare sulle deiezioni liquide per alleviare effetti)
  • paletta con busta per la raccolta delle deiezioni
  • guinzaglio fisso non più lungo di mt 1,50
  • museruola, che non deve essere indossata ma portata sempre con sé e mettere in caso di bisogno
  • microchip (inoculato nel cane precedentemente)

IL NUCLEO INVITA LA CITTADINANZA “ALLO SPIONAGGIO”

Tra le altre regole, vi è il divieto di affidare l’amico peloso a persone non capaci per motivi anagrafici o fisici, ritenute non idonee a gestire correttamente il cane. Detentore e/o proprietario saranno sempre responsabili di ogni azione del cane, che non dovrà mai vagare fuori dalle aree riservate senza controllo.

Il Nucleo Guardia Ambientale inoltre si affida sull’indiscrezione dei suoi concittadini, invitandoli a segnalare tramite foto e video da inviare ad un’apposita casella di posta eventuali trasgressioni sanzionabili da parte di proprietari poco diligenti.

Il Nucleo, composto da volontari, garantirà 20 ore settimanali di servizio, svolto da almeno quattro unità, in divisa e in borghese, che gireranno a piedi, coi mezzi o in auto e bici. Potranno verificare anche la microchippatura e la profilassi del cane. Le sanzioni che potranno elevare partono dai 50 euro fino ad un massimo di 500 euro.

Insomma, il Nucleo Guardia Ambientale rende vigente un regolamento particolarmente restrittivo e che non si crea scrupoli nell’invitare i cittadini a sprecare acqua.
Ci auguriamo che i cittadini di Barletta d’altro canto, rispettino il regolamento, invitando il cane a deporre le deiezioni in aree in cui lo spreco dell’acqua non è necessario.

 

Fonte


Tags:
0 Comments

© 2019 BauSocial.it - Powered by RCNetwork.it - P.I. 08684880969

CONTATTI

Scrivici, ti risponderemo appena possibile.

Sending

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account