4 zampe con te
,

4 ZAMPE CON TE: L’INIZIATIVA ALL’OSPEDALE CASTELLI

Il primo ospedale romano ad aderire all’iniziativa “4 Zampe con Te” è l’Ospedale dei Castelli, grazie al decreto dello scorso dicembre.

Non è la prima volta che alcuni ospedali consentono l’accesso degli animali presso le proprie strutture. Già in passato, ad Asti, è stato reso possibile l’incontro tra pazienti e animali domestici, al fine di rendere meno amara la permanenza presso gli ospedali.
Tra questi si aggiunge anche l’ospedale dei Castelli, dove è stata realizzata un’apposita area denominata “4 zampe con te“.
Tutto questo è stato reso possibile n seguito al decreto della Regione Lazio, divenuto realtà lo scorso dicembre. L’iniziativa, nata con la collaborazione fra la Asl Roma 6, la struttura regionale promozione e prevenzione della salute e l’Istituto Zooprofilattico del Lazio e della Toscana e l’ospedale dei Castelli, permetterà ai degenti di incontrare i propri amici cani e gatti e conigli.

Veterinario Gratis: a ROMA si può.

L’OSPEDALE DEI CASTELLI E’ LA PRIMA STRUTTURA OSPEDALIERA DEL LAZIO

Come annunciato dall’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato, l’ospedale dei Castelli è la prima struttura sanitaria pubblica della Regione Lazio ad aver attivato questo servizio. L’area sarà sottoposta ad un regolamento che possa assicurare la manutenzione dell’ambiente e consentire il rapporto tra degenti e amici pelosi (cani, gatti e conigli). L’area dispone di due ingressi, uno per il paziente e l’altro per l’amico a quattro zampe, con un accesso all’area esterna.


4 ZAMPE CON TE: LE REGOLE PER PORTARE I CANI IN OSPEDALE

La visita degli amici pelosi sarà consentita solo dopo l’autorizzazione della direzione sanitaria, e sarà supervisionata da personale formato appositamente. Gli incontri potranno avvenire con un solo animale alla volta, che dovrà essere precedentemente pulito e spazzolato.
I cani per essere ammessi all’area “4 zampe con te” dovranno essere essere provvisti di certificato sanitario, essere iscritti all’anagrafe canina e provvisti di guinzaglio e museruola. Non vi è obbligo di microchip per gatti e conigli, ma dovranno essere custoditi all’interno dei trasportini, per essere liberati poi in compagnia del paziente che attende l’incontro all’interno dell’area. Per evitarne la fuga, sarà necessario tenerli in braccio o al guinzaglio.

 

Fonte

 

Tags:
0 Comments

© 2019 BauSocial.it - Powered by RCNetwork.it - P.I. 08684880969

CONTATTI

Scrivici, ti risponderemo appena possibile.

Sending

Log in with your credentials

or    

Forgot your details?

Create Account